Il cuore di un’ape, apicoltura dell’anima

Il cuore di un'ape, Helen Jukes. Giulio Einaudi Editore - Frontiere
Il cuore di un’ape (A honeybee’s heart has five rooms)

La storia di Helen è solo apparentemente dozzinale: a trent’anni comincia a sentire quella strana sensazione di incompletezza che la spinge a dedicarsi a qualcosa di buono e quando gli amici le regalano un’arnia da tenere in giardino la sua vita prende una nuova direzione.

Ma questo diario va molto oltre l’esperienza dell’Urban beekeeping. Da Novembre ad Ottobre, Helen racconta la genesi di un’idea e i lenti e ponderati passi verso la sua realizzazione, motivata da quella sottile inquietudine che ci afferra, a un certo punto della vita, e ci spinge a metterci alla prova, a curarci l’anima curando altre creature: tra passi falsi e preziose conquiste, Helen impara una lezione di vita per sé e per il mondo, calcando le orme del crescente movimento di Urban farming nella sua Oxford.

the urban beekeeping


E siccome siamo a Oxford e lei conta amiche entomologhe e filologhe (oltre a vicini di casa molto tolleranti) nessuno è tanto ingenuo da buttarsi in un’avventura a cuor leggero, e qui comincia la ricerca, le incursioni in biblioteche e musei alla scoperta di un METODO e di un SAPERE che coinvolgono la scienza, la storia, le religioni, l’etologia. Ecco come Aristotele, Virgilio, François Huber, Mircea Eliade, Alice Rohrwacher (il suo film Le meraviglie, del 2014) entrano in scena con la loro preziosa erudizione in tema di apicoltura.

A me, che spesso nei libri apprezzo i fatti marginali alla trama, che siano il linguaggio o temi secondari, hanno colpito appunto il rigore e l’umiltà della ricerca, l’approccio cauto e ponderato, la riflessione sui comportamenti dello sciame come chiave di lettura delle relazioni umane, degli equilibri della natura, dell’urgenza di una comunicazione più pacifica.

Oggi il tema dell’urban farming è molto modaiolo, spesso anche malamente condotto ed esibito frettolosamente, ma la novità di questo libro sta proprio nella cura della conoscenza e nella serietà del lavoro, consapevoli che la riuscita di qualsiasi esperimento passa dalla cura e dal rispetto della natura (i suoi ritmi, le sue leggi spesso crudeli, i suoi tempi).

In parte racconto della natura, in parte memoir, in parte vera e propria guida all’apicoltura urbana, Il cuore di un’ape è una meditazione meravigliosamente sincera sulla responsabilità e sulla cura, sulla vulnerabilità e sulla fiducia, sulla creazione di legami e sul trovare nuove strade.

Il cuore di un'ape, da Einaudi: apicoltura come metafora delle relazioni  umane - Affaritaliani.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...