La storia delle api, il distopico ecologista

Questo libro è stato scritto nel 2015 dalla norvegese Maja Lunde e costituisce il primo della tetralogia dal titolo Climate Quartet, di cui sono usciti anche The End of the Ocean (2017) e Przewalskis Horse (2019). La climate fiction (cli-fi) è un nuovo genere destinato a nutrirsi di tanti spunti di riflessione. Intreccia, nei capitoli alterni, tre storie … Continua a leggere La storia delle api, il distopico ecologista

Furore, i grappoli della disperazione

The Grapes of Wrath, da un passo dell'Apocalisse di San Giovanni, è il titolo originale di questo romanzo del 1939 (Booker Prize, Pulitzer Prize, Nobel all'autorenel 1962). In Italia fu tradotto in modo più "laico", Furore, ad opera di Elio Vittorini: la prima edizione fu ben sfrondata di alcuni passaggi scomodi al regime fascista, ma … Continua a leggere Furore, i grappoli della disperazione

Quando la montagna era nostra, parlare la lingua della montagna

Il paesaggio in cui si cresce, nell'esperienza umana e di conseguenza anche dello scrittore, diventa vocabolario, sintassi, punteggiatura, diventa letteratura e non puoi inventarti marinaio se non conosci il mare, o montanaro se non lo sei. Fioly Bocca non ha questo problema, lei parla il linguaggio della montagna. Anzi, a giudicare da questo libro lei e … Continua a leggere Quando la montagna era nostra, parlare la lingua della montagna

Vicolo del Mortaio, affresco di vita egiziana

Nel Cairo degli anni Quaranta, sottomessa all'opprimente dominio britannico e fra gli echi lontani della Seconda Guerra mondiale, si anima il microcosmo di Vicolo del Mortaio, situato nel quartiere di Khan el Khalili. Gli abitanti sono persone semplici, letteralmente casa e bottega perché le loro vite sono tutte concentrate lì, con i loro vizi e … Continua a leggere Vicolo del Mortaio, affresco di vita egiziana

Sembrava bellezza, la pesantezza di un cigno

Si sa che i libri possono essere apprezzati a vari livelli, ma quando raccontano da vicino un'esperienza personale li sentiamo più "nostri". Nel bene e nel male, perché non sempre i loro racconti sono accomodanti: a volte infatti sanno farsi molto disturbanti, fastidiosi, per dirla con una parola inflazionata, scomodi. Sembrava bellezza parla alle donne … Continua a leggere Sembrava bellezza, la pesantezza di un cigno