Inverno, “Warm Christmas”

E' un Natale strano, quello di Sophia Cleves. Nella sua casa di campagna, troppo grande per lei sola e vecchia scorbutica, si consuma un pranzo magrissimo (lei è anche anoressica, lo è sempre stata) con degli "invitati" tutti un po' estraniati: c'è il figlio Art, che di mestiere fa il copywriter e di hobby scrive … Continua a leggere Inverno, “Warm Christmas”

Ragazza, donna, altro: le dodici Amazzoni

Questo libro di Bernardine Evaristo, è simile a un patchwork, dove i singoli pezzi hanno pattern propri, a volte inaccostabili, ma insieme formano un mosaico nuovo e sorprendentemente coerente. I pezzi in questione rappresentano vite di donne (12, per l'esattezza), più o meno "nere", donne immigrate provenienti da ogni colonia britannica. Si può leggere come … Continua a leggere Ragazza, donna, altro: le dodici Amazzoni

Il tennis come esperienza religiosa, del virtuosismo

Sarebbe bello se anche in Italia si pubblicasse l'edizione di tutti e cinque i saggi di David Foster Wallace dedicati al tennis (in America sono usciti con il titolo "String theory" nel 2016), affascinanti perché raccontano l'immensità della passione di questo scrittore per uno sport cui si era dedicato con vigore, e di cui non … Continua a leggere Il tennis come esperienza religiosa, del virtuosismo

Dovremmo essere tutti femministi, un punto di vista originale

Dovremmo essere tutti femministi è un saggio brevissimo che raccoglie un Ted Talk di Chimamanda Ngozi Adichie del 2012. Non è un'opera nuova o rivoluzionaria sul tema del femminismo, ma è senza dubbio originale, e come tale capace di suscitare una riflessione proficua. Con qualche riserva. Originale perché abbiamo una "femminista" con il rossetto e … Continua a leggere Dovremmo essere tutti femministi, un punto di vista originale

Tre volte a Gerusalemme, il diplomatico erudito

Tre volte a Gerusalemme, tre quante sono le parti in cui è suddiviso questo libro del diplomatico italiano Fernando Gentilini (il suo curriculum è lunghissimo, attualmente è rappresentante speciale dell’Ue per il processo di pace in Medio Oriente al seguito di Federica Mogherini). E' un saggio costruito intorno a una varietà di note sparse su Gerusalemme, … Continua a leggere Tre volte a Gerusalemme, il diplomatico erudito

Jane Seymour, la più amata

Neri Pozza cura l'uscita italiana della serie di Six Tudor Queens di Alison Weir e ad oggi sono usciti i primi tre volumi su Caterina d'Aragona, Anna Bolena e, appunto, Jane Seymour, che storicamente è la meno documentata delle sei mogli di Enrico VIII. Esiste già una bibliografia consistente intorno a queste figure storiche, ma l'autrice, una storica inglese … Continua a leggere Jane Seymour, la più amata

La lettrice testarda, appunti di vita

L'Europa conosce pochissimo gli autori australiani ed Amy Witting è considerata, una degli autori più raffinati di questo Paese che nel suo fascino misterioso resta sempre un po' fuori dai nostri radar. Amy Witting (nata Joan Austral Fraser) visse lungo tutto il Novecento, ma approdò molto tardi alla scrittura, quando andò in pensione dal lavoro … Continua a leggere La lettrice testarda, appunti di vita

La ferrovia sotterranea

Colson Whitehead, newyorchese nato nel 1969, è autore di nove romanzi e vincitore, fra gli altri, di un Premio Pulitzer del 2017 per The Underground Railroad, La ferrovia sotterranea. Racconta la storia di Cora, schiava afroamericana di terza generazione, diciottenne, delle terribili condizioni di vita dei neri nelle piantagioni di cotone della Georgia: alla Randall … Continua a leggere La ferrovia sotterranea

La pianta del mondo, nuovi paradigmi per l’ambiente

Stefano Mancuso è professore all’Università di Firenze e direttore del Laboratorio internazionale di neurobiologia vegetale (LINV: http://www.linv.org/). Grande divulgatore, dalla penna leggera e ironica.Membro fondatore dell’International Society for Plant Signaling & Behavior, e docente presso numerose università in tutto il mondo. Anche di queste esperienze fra la Francia e il Giappone parla in questo libro del … Continua a leggere La pianta del mondo, nuovi paradigmi per l’ambiente

Venezia è un pesce, go local

Come sarebbe Venezia senza i suoi turisti? Possiamo farci questa domanda per tutte le città del mondo, ma Venezia, più delle altre, sembra vivere in funzione dell'immenso fiume di gente che ogni giorno ne invade calli e canali, mentre i residenti si riducono progressivamente (175.000 negli anni Cinquanta, 55.000 oggi). Tiziano Scarpa descrive la "sua" … Continua a leggere Venezia è un pesce, go local